La Fifa ha acconsentito all’occhio di falco

Da anni usato nel tennis e sempre visto in modo negativo nel mondo del calcio ma oggi è e sarà un giornata storica, la Fifa che da anni era contraria alla tecnologia in campo ha acconsentito ad utilizzare l’occhio di falco per valutare le situazioni di gol non gol.
L’occhio di falco nel mondo del calcio sarà usato per la prima volta, in modo sperimentale, al prossimo mondiale per club che si disputerà a dicembre dove per rappresentare l’europa ci sarà il Chelsea di Roberto Di Matteo vincitrice dell’ultima Champions League, se la sperimentazione darà buoni risultati sarà adottato successivamente alla confederation cup del 2013 e infine anche ai prossimi mondiali in Brasile nel 2014.
Oltre all’occhio di falco verrà testato il GolRef, pallone con microchip riconosciuto tramite un campo magnetico, l’alta dirigenza della Fifa ha deciso di adottare entrambe le tecnologie all’unanimità, la scelta è stata semplice visto l’ennesimo errore nell’ultimo europeo con il gol fantasma di Terry, la Fifa ha però valutato positivamente anche il ruole dei giudici di porta e continuerà ad utilizzarli nelle competizioni continentali e mondiali.
Alcuni gol fantasma hanno deciso partie, campionati e mondiali da ora non ci sarà più questo problema nonostate non si voglia sostituire gli arbitri che secondo la Fifa sono parte integrante del mondo del calcio.