Secondo una studentessa tunisina, la Terra sarebbe piatta. Una tesi di dottorato presentata all’Università di ingegneria di Sfax, in Tunisia, a cui la giovane ha lavorato per ben 5 anni.

Una ricerca che aveva l’obiettivo (o meglio: la velleità), spiega la ragazza, “di rovesciare le leggi di Newton, Keplero e Einstein vista la debolezza dei loro fondamenti e a proporre una nuova visione della cinematica degli oggetti conforme ai versetti del Corano”.

In pratica, tramite questa tesi, si sarebbe dovuto dimostrare che la Terra è piatta e non si muove, e che sarebbe il Sole a girarle attorno. Proprio come riporta il Corano. Una ricerca che era destinata a passare in cavalleria, se non fosse stato per il web che ha dato un imponente risalto alla tesi.

Oltre allo sdegno generale del popolo della rete, lo stesso ministero dell’Istruzione tunisino è intervenuto aprendo un’inchiesta. Il risultato? I membri della commissione lauree di dottorato dell’università di Sfax hanno respinto la tesi a causa di gravi mancanze di ordine scientifico ed etico.