Il fascino del vinile e la passione per il giradischi superano le sfide moderne della musica, rimanendo intatti nei decenni. Negli anni sono apparsi online i più svariati video di registrazioni casalinghe, dai dischi recuperati da superfici in plastica fino ad arrivare agli esperimenti con il legno. Vi è qualcuno, tuttavia, che ha deciso di spingersi oltre: un disco realizzato a partire da una tortilla, perfettamente funzionante.

L’iniziativa è stata promossa da Rapture Records, in un video su YouTube già diventato virale. Grazie a un apparecchio al laser, una tortilla non cotta viene incisa in molteplici solchi, come un qualsiasi altro disco in vinile. Posta su un giradischi, non appena la puntina tocca la superficie partono le note di “Jarabe Tapatio”, notissimo brano della tradizione musicale messicana. L’audio non è perfettamente limpido, forse anche a causa della pasta che si sgretola al passaggio della puntina, ma l’effetto è sicuramente geniale. Il tutto è stato registrato e riprodotto a velocità 78 giri, quella dei primissimi dischi di inizio ’900.

Fonte: UPI