Un week end davvero nero per i sub.

Quello appena concluso si è rivelato un fine settimana tragico per i sub che ha portato ad una triste conta dei morti.

Proprio in queste ora infatti è stato trovato, dai sommozzatori dei Vigile del Fuoco, il corpo del sub di 44 anni che da ieri era disperso a largo della scogliera del Romito, a Livorno.

L’uomo era partito per una battuta di pesca in apnea dalla quale poi non ha più fatto ritorno.

Il corpo è stato trovato a 15 metri di profondità a 400 metri dal pallone di segnalazione che era stato trovato proprio ieri.

Quest’ultimo morto va ad aggiungersi ai quattro trovati nella Grotta del sangue, a Palinuro.

Per quanto riguarda le loro morti, si sta ancora cercando una causa certa che, per ora, sembrerebbe essere un errore umano.

Secondo quanto si sta ricostruendo dalle dichiarazioni dei quattro sub superstiti che erano con il resto del gruppo, sembrerebbe infatti che il gruppo di otto sub avesse deciso di optare per un percorso alternativo a quello previsto.

La scelta si è però dimostrata fatale per quattro di loro Susy Cavaccini, Andrea Pedroni, Douglas Rizzo e Panaghiotis Telios che non ce l’hanno fatta.