C’è stato qualche attimo di preoccupazione nella giornata di ieri sulle sponde del lago d’Iseo, dove è stata aperta la monumentale opera dell’artista Christo, la passerella che consente di camminare sulle acque.

A conferma di alcuni dubbi emersi tra gli addetti ai lavori intorno alle 19 è stato necessario procedere all’evacuazione della struttura a causa di avverse condizioni meteo: un improvviso temporale caratteristica della bergamasca, noto come Sarneghera.

Nonostante le incertezze della Prefettura in realtà le operazioni di evacuazione si sono svolte molto celermente e in circa 7 minuti sono stati fatti allontanare i 10mila visitatori che stavano percorrendo la passerella che taglia il lago d’Iseo collegando Sulzano a Monte Isola e all’isola di San Paolo.

Numeri che da una parte hanno dimostrato l’efficacia dei dispositivi di sicurezza e dall’altra il successo della manifestazione artistica, che resterà a disposizione del pubblico fino al 3 luglio.

Nel comunicato ufficiale diffuso dal Comitato The Floating Piers: “Come risaputo la presenza dei visitatori sulla passerella è influenzata anche dalle condizioni meteorologiche, che se critiche possono portare a limitazioni o riduzioni Uno sgombero effettuato in soli 7 minuti che conferma l’efficacia del piano di sicurezza e come i visitatori possano percorrere la passerella in sicurezza con qualsiasi situazione meteorologica”.

I dati diffusi da Trenord, che gestisce molti degli arrivi via binario ferroviario, parlano di circa 25mila passeggeri trasportati, con treni presi d’assalto fin dalle prime ore del mattino.

Un enorme afflusso, che però ha significato anche qualche inevitabile caso d’emergenza, visto che nella giornata di ieri sono stati effettuati circa 40 interventi leggeri di ordine sanitario e due ricoveri in codice rosso tramite elicottero.