È morto il piccolo di 18 mesi che stava giocando nel cortile di casa e che, stando ad una prima ricostruzione dei fatti, sarebbe caduto nella piscina gonfiabile dove, subito dopo, è affogato. I fatti si sono verificati a Lamezia Terme, nel pomeriggio, dove sono intervenuti tempestivamente i sanitari del 118 che hanno fatto di tutto per salvare il bimbo, per scongiurare il peggio. E, invece, per lui non c’è stato niente da fare. La vittima è un bimbo di 18 mesi: si chiamava Antonio.

Il bimbo – annegato oggi pomeriggio – si trovava insieme al papà e alla mamma e stava trascorrendo il pomeriggio nel giardino di casa, in località Marinella, così come ricostruito dai militari dell’Arma della stazione di Sant’Eufemia. I genitori del bimbo sono sotto shock e saranno sentiti nelle prossime ore dai carabinieri che stanno indagando sulla morte del piccolo e che sono stati chiamati a far luce su questa tragica vicenda.

A dare l’allarme sono stati i genitori i quali hanno chiesto l’intervento di un’ambulanza del 118. Ma era troppo tardi. Adesso la piscina gonfiabile è stata posta sotto sequestro.