Ancora guai per Lapo Elkann che è stato prima arrestato e poi rilasciato dalla polizia di New York dopo aver simulato un sequestro al solo scopo di ottenere dalla sua famiglia 10 mila dollari. Da giorni, infatti, si trovava in America in compagnia di una escort con la quale avrebbe speso tutto il contante tra alcol e droga, come riporta la stampa americana citando fonti di polizia. L’accusa, dunque, è di falsa denuncia.

Lapo Elkann era in compagnia di una escort

Il nipote di Gianni Agnelli sarebbe sbarcato a New York giovedì scorso per la festa del Thanksgiving contattando una escort di 29 anni e trascorrendo con lei giornate di bagordi: secondo il New York Daily News la escort sarebbe una donna transgender. Finiti i soldi, però, Lapo Elkann avrebbe chiesto alla donna di pagare per lui altra droga, e così – secondo i media Usa – avrebbe escogitato il piano del falso sequestro riferendo ai suoi familiari di essere stato rapito da una donna. A quel punto un rappresentante della famiglia si sarebbe rivolto alla polizia ma, al momento della finta consegna del denaro, gli inquirenti si sarebbero accorti della messinscena. 

Lapo Elkann in passato salvato da una overdose

Già nel 2005 Lapo Elkann venne salvato, in extremis, da una overdose di droga all’interno di un’abitazione a Torino.