Un morto e 37 feriti, di cui 7 in condizioni critiche; questo il bilancio provvisorio di quanto accaduto a Las Vegas, proprio mentre era in corso la finale di Miss Universo. A causare la carneficina una donna, lanciata a tutta velocità, a bordo della sua auto, contro la folla che stava passeggiando lungo Las Vegas Strip, davanti al Paris Hotel & Casino, nel cuore della città, a pochi passi dall’hotel in cui si stava svolgendo il concorso di Miss Universo.

Lo schianto non è stato un atto terroristico” ma “probabilmente volontario” ha dichiarato il vice capo della polizia, Brett Zimmerman. Secondo le prime ricostruzioni, hanno fatto sapere le autorità, che nel frattempo stanno visionando le immagini delle telecamere di sorveglianza, si sarebbe di fatto trattato di un gesto intenzionale. A bordo dell’auto anche un bambino di 3 anni, miracolosamente rimasto illeso.

Anche la donna al volante, che dopo aver tentato la fuga è stata arrestata, non ha riportato ferite. È tuttavia stata sottoposta a svariati test per verificare se avesse assunto alcool o droghe. Dopo essersi lanciata a grande velocità sul marciapiede gremito di gente, la donna sarebbe rientrata in carreggiata, per poi finire nuovamente sul marciapiede poco più avanti. L’allarme è scattato alle 18:38, ora locale.  Immediato l’intervento di agenti e soccorritori (comprese unità anti-terrorismo), che al termine delle operazioni hanno trasportato ben 37 persone nel più vicino ospedale: in 4 sono stati medicati e immediatamente dimessi, non sono quindi preoccupanti le condizioni di altre 26 persone, che hanno riportato lesioni superficiali, mentre 7 sono i feriti che giacciono in condizioni critiche.

Proprio accanto all’hotel Paris, si trova il Planet Hollywood Las Vegas Resort & Casino, dove al momento dell’incidente era in corso la finale di Miss Universo. Non è ancora chiaro se e quale legame intercorra tra il folle gesto della donna e il più famoso concorso di bellezza al mondo.