Come sia possibile dimenticarsi e, soprattutto, addormentarsi con il rumore infernale dell’aspirapolvere non è dato saperlo, sta di fatto che una donna sud coreana è stata letteralmente assalita dal suo robottino aspirapolvere mentre dormiva sul pavimento.

La donna aveva acquistato l’aggeggio affinché svolgesse le faccende di casa al posto suo, così lo aveva lasciato acceso e si era addormentata ma non avrebbe mai e poi mai pensato che il robot scambiasse i suoi capelli per polvere.

La donna è rimasta così incastrata con i capelli dentro gli ingranaggi dell’aspirapolvere e non riuscendo a liberarsi ha richiesto disperatamente l’intervento dei Vigili del Fuoco i quali -secondo il giornale sud coreano Kyunghyang Shinmun- l’hanno liberata dall’infernale apparecchio.

Per fortuna nulla di grave per la 52enne che adesso farà sicuramente più attenzione prima di addormentarsi per terra, la Korean Biz Wire, azienda produttrice del robot, ha infatti affermato che nei paesi come Corea del Sud o Giappone dove per la gente è normale sedersi o dormire per terra, questi robot possono rappresentare un pericolo.

Via |Telegraph