Laura Pausini è una star a livello internazionale, negli anni ha accumulato successi e fans e questo, spesso, può far perdere la bussola.

Questo, per lo meno, secondo quando raccontato dalla stessa Laura a ‘Chi’, la rivista.

‘Ho recuperato la semplicità che avevo perso per strada. Prima, se non ero nell’hotel giusto, mi incavolavo, perché bisognava guardare all’immagine. Adesso mi interessa solo avere un microfono per cantare’.

Questo ritorno alle origini c’è stato grazie al periodo di pausa che l’ha vista scomparire, volontariamente, dalle scene per un paio d’anni.

‘Avevo bisogno di svegliarmi la mattina e di vedere la mia mamma che preparava la colazione – racconta – di passeggiare in mezzo ai vigneti, di ritornare ancora un po’ bambina. E ci sono riuscita’.

Adesso però è tornata sulle scene e raccoglie ancora grandi consensi, come per esempio quello riguardante il suo concerto a Tolosa dove è stata definita ‘Naturelle, espiègle, tonique, elle a dessiné d’elle, dans son concert, l’image d’une artiste entière et passionnée, en phase avec la salle, et donné un échantillon des titres de son dernier disque’ ovvero ‘naturale, giocosa, tonica, ha disegnato di lei, durante il concerto, l’immagine di un’artista intera e passionale, in sintonia con la sala, e ha dato un assaggio dei titoli del suo ultimo disco’.