Quando il pattern tribale incontra L’Autre Chose il risultato è una collezione primavera-estate 2014 delicatamente chic, ma estremamente di carattere. (la potete vedere qui).

Le stampe etniche giocano con le tonalità del rosa, del celeste e del nero e si intersecano creando motivi sofisticati e grintosi.

Portano brio nella versione micro sugli abiti di seta, creando un forte contrasto tra il tessuto più pregiato e la stampa presa in prestito all’Africa.

Il motivo si fa maxi invece sui cappotti e sulle gonne in cotone o in canvas.

Ulteriore elemento di contrasto è rappresentato dalla fusione tra i motivi micro e maxi che si uniscono per esaltare una stampa dalla forte personalità che, grazie a L’Autre Chose, non è più prerogativa di una determinata categoria di donna, ma può essere indossata anche nell’outfit più femminile e sofisticato. Merito delle linee morbide, delicate e delle applicazioni di rouches che decorano i capi della collezione primavera estate 2014 (disponibili nello Store Online da marzo).

L’Autre Chose è un inno alla femminilità, alla primavera e alla donna libera di vestire anche le stampe più particolari, facendole proprie grazie alla sua personalità.

Publiredazionale