Buone notizie per i lavoratori italiani: prestare servizio durante i festivi non è obbligatorio. A metterlo nero su bianco è un giudice del lavoro del Tribunale di Pordenone che ha accolto il ricorso di un uomo che avrebbe dovuto lavorare in un centro commerciale e che, però, si era rifiutato di recarsi sul posto di lavoro il 25 aprile. Un episodio – risalente al 2014 – che gli era costato persino una sanzione da parte dell’Azienda: un lavoratore, secondo i suoi responsabili, non può sottrarsi alle esigenze della proprietà. Avrebbe dovuto lavorare anche il 25 aprile. Non è dello stesso avviso il giudice del lavoro di Pordenone. Ecco perché.

Il 25 aprile nessun obbligo di lavorare

“Nel contratto individuale questi lavoratori hanno firmato la disponibilità al lavoro festivo” si legge. Disponibilità che, però, non va confusa con “obbligatorietà”: l’addetto del centro commerciale, dunque, era libero di accettare o rifiutare l’offerta. Nessun obbligo. “E’ una battaglia che portiamo avanti da tempo” precisa il sindaco Filcams Cgil, così come riportato da “Il Gazzettino”. “Si tratta di una vittoria del lavoratore, del sindacato e della linea sostenuta da quest’ultimo. Invitiamo i lavoratori ad uno scatto di coraggio, a non dar più loro disponibilità al lavoro festivo, in particolare nelle realtà più sindacalizzate” ha dichiarato la segretaria provinciale Daniela Duz.