Un ricco programma di iniziative accompagnerà la Capitale nei giorni di festa che da Natale ci condurranno al nuovo anno e poi dritti all’Epifania.

Nel vasto panorama culturale offerto dalla città di Roma spiccano le mostre:

Tiepolo: i colori del disegno“, visitabile fino al 18 gennaio 2015 presso i Musei Capitolini. Una mostra che ripercorre la carriera di Giambattista Tiepolo, assoluto protagonista dell’arte settecentesca, esplorando in particolare la sua innata capacità grafica nella realizzazione dei disegni. Orario di apertura: dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 20. Chiuso il lunedì, il 1° gennaio e il 25 dicembre.

Henri Cartier Bresson“, ospitata al Museo dell’Ara Pacis fino al 6 gennaio 2015. Protagonista della rassegna l’opera di uno dei fotografi più importanti del XX secolo. A dieci anni dalla sua scomparsa Roma gli dedica una monografica di rilievo che raccoglie oltre cinquecento opere tra fotografie, disegni, dipinti, film e documenti. La maggiore retrospettiva mai dedicata ad Henri Cartier Bresson. Orario d’apertura: da martedì a domenica dalle 9 alle 19.

Memling. Rinascimento fiammingo” alle Scuderie del Quirinale fino al 18 gennaio . Una mostra monografica sul pittore fiammingo Hans Memling, grande protagonista della scena internazionale del suo tempo, tanto da influenzare la pittura italiana del primo Cinquecento.Orari d’apertura: domenica – giovedì dalle 10.00 alle 20.00 / venerdì e sabato dalle 10.00 alle 22.30.

Sironi. 1885-1961” visitabile presso il Vittoriano fino all’8 febbraio 2015. In mostra l’eredità artistica di Mario Sironi: dipinti, disegni, tempere, lettere private e documenti raccontano l’esperienza e la concezione artistica di uno dei grandi del Primo Novecento. Orario d’apertura: dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 19.30; il venerdì e sabato dalle 9.30 alle 23.30; la domenica dalle 9.30 alle 20.30.

Imago Mundi – L’Arte dell’Umanità” progetto artistico globale della Fondazione Benetton visitabile pressei il museo Carlo Bilotti fino all’11 gennaio 2015. In mostra oltre 2.000 opere di piccole dimensioni di artisti contemporanei provenienti da 16 Paesi dell’Africa.