Un generoso e singolare progetto sta coinvolgendo un gruppo di studenti di un istituto superiore del Michigan, negli Stati Uniti. I giovani volontari, infatti, hanno elaborato un metodo di tessitura per trasformare borse di plastica in coperte e tappetini per i senzatetto, dei doni indispensabili per aiutarli ad affrontare i freddi dell’inverno.

Il tutto accade presso la scuola superiore di Three Rivers, dove è nato il progetto “Mile of Mats”: tramite l’intreccio di fibre ricavate dalle borse di plastica, con una procedura simile alla maglia, alcuni studenti stanno realizzando tappetini e coperte per i senza tetto. Nella prima settimana di lavoro i ragazzi sono riusciti a terminare due lunghi esemplari e, per questo, ora richiedono la collaborazione di nuovi volontari e delle donazioni. Non in denaro, bensì in sacchetti e borse di plastica, dei beni sempre meno frequenti – e quindi più preziosi – dato il crescente abbandono in molte nazioni mondiali a favore di strumenti più ecologici. Un tappetino di dimensioni standard richiede 500-700 borse per poter essere terminato, ma i ragazzi – tutti appartenenti alla National Honor Society – rimangono fiduciosi nell’iniziativa. L’obiettivo è raggiungere quota 880 esemplari, da distribuire a tutti i senzatetto della città.

Fonte: UPI