È partito il progetto di difesa degli argini delle coste della riviera di Ravenna cui obiettivo è ridurre al minimo i danni causati dall’erosione.

Grazie ad investimento di 200.000 euro ottenuto utilizzando i fondi Eni appartenenti all’accordo che vede la collaborazione tra Eni e il Comune della città, verranno costruiti argini in sabbia che proteggeranno la Marina Romea Nord, Punta Marina nord, centro, sud e Lido Adriano sud dalle ingressioni marine e ripascimento.

L’idea è quella di proteggere l’entroterra dal rischio di ingressioni marine e per farso verranno movimentati 13.750 metri cubi di sabbia e di questi 5.000 arriveranno direttamente dalla pulizia degli arenili e 8.750 da siti autorizzati che commercializzano materiale adibito a questo stesso scopo.

In totale 1,6 saranno i chilometri di argini realizzati.

Si tratta di un importante intervento di manutenzione fondamentale anche per garantire la stagione estiva, in molte regioni, come alcune località della Liguria, il problema dell’erosione delle spiagge infatti comporta gravi danni al turismo.