Quando il vocabolario lancia un SOS, la nostra rubrica Le parole sono importanti risponde: anche oggi proviamo a recuperare un termine della nostra bella lingua che, per motivi vari ed eventuali, sta cadendo in disuso. Si tratta dell’aggettivo

LOGORROICO: che soffre di logorrea, un vero e proprio disturbo patologico presente negli stati di eccitamento maniacale e che causa un “flusso eccessivo di parole”.

Per estensione il termine indica una persona molto loquace, che ha il vizio di parlare troppo (ad esempio un oratore logorroico), ripetendo sempre le medesime cose, parlando in modo veloce e stancante; o può indicare un testo o un discorso eccessivamente lungo.

Il sinonimo utilizzato in maniera meno offensiva può essere l’aggettivo “verboso”.

ALTRI LINK:

Cosa vuol dire “sciamannato”.

Il significato di “solipsista”.

Cosa vuol dire “ringalluzzire”.

Ci ricordiamo di “Riminiscenza”?

Cosa vuol dire “ossimoro”?

Tutti pronti a “baloccarsi”.

photo credit: Benazu via photopin cc