Il 2015 si preannuncia un anno ricco di grandi proposte per gli amanti dell’arte: mentre Milano si prepara ad accogliere l’Expo, nel panorama internazionale spiccano le proposte di Parigi, con Velazquez al Grand Palais; Londra, con Marlene Dumas protagonista alla Tate Modern;  Basilea, che ospiterà 50 tra i maggiori capolavori di Paul Gauguin alla Fondazione Beyeler e, infine, Madrid, che celebrerà il fiammingo Rogier van der Weyden con la mostra ospitata al Museo del Prado.

Per quanto riguarda le proposte d’oltreoceano, ecco spiccare il programma di New York, che ospiterà al Moma, il ritratto di Bjork (dall’8 marzo al 7 giugno); seguirà “Yoko Ono: One Woman Show. 1960-1971” (dal 17 maggio al 7 settembre) ed infine “From Bauhaus to Buenos Aires: Grete Stern and Horacio Coppola”, approfondimento su due delle più importanti figure dell’avanguardia fotografica della prima metà del ’900. La mostra “Possibility. Mirror Works and Drawings” illuminerà invece gli affascinanti spazi del Guggenheim dal 13 marzo al 3 giugno, mentre gli ultimi mesi dell’anno vedranno protagonista Alberto Burri in “The trauma of painting”, prima retrospettiva a lui dedicata negli Stati Uniti. Non da meno l’offerta del Metropolitan, che strizzerà l’occhio all’Oriente con le mostre “Bazm and Razm. Feast and Fight in Persian Art” (17 febbraio-31 maggio) e “China: Through the Looking Glass” (7 maggio-16 agosto).

Tornando in Italia, da segnalarsi il programma delle mostre che accompagneranno il Fuori Expo: grande attesa soprattutto per “La grande madre”, che dal 25 agosto, a Palazzo Reale, analizzerà l’iconografia e la rappresentazione della maternità nell’arte del Novecento, dalle avanguardie fino ai nostri giorni, attraverso le opere di oltre ottanta artisti internazionali. Sempre nella sede milanese, dal 15 aprile al 19 luglio si potrà ammirare la monografica dedicata a Leonardo da Vinci, mentre all’Hangar Bicocca annunciate le due rassegne dedicate a  Juan Muñoz e Damián Ortega. Gli spazi di Palazzo della Ragione diverranno palcoscenico di “Grand Tour Italia. Viaggio nel nostro paese attraverso 80 anni di grandi fotografie”, mentre le Gallerie d’Italia consacreranno uno degli artisti più celebri del Risorgimento: Francesco Hayez. Fino al 28 giugno il Museo di Storia Naturale ospiterà “Food. La scienza dai semi al piatto”, la più importante mostra di taglio scientifico prodotta dal Comune di Milano sul tema dell’alimentazione; il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia presenterà “Exponendo” ; al Museo del Risorgimento si potrà visitare la rassegna “I lavoratori del cibo. Un racconto attraverso fotografie, parole e documenti” che ricostruisce la vita dei lavoratori impiegati storicamente nelle cascine milanesi ed infine, al Museo Francesco Messina, visitabile fino al 22 febbraio l’istallazione “Nutrire l’anima”.