Di sicuro l’ortografia, la grammatica e la sintassi italiana sono tra le più difficili al mondo in quanto presentano moltissime particolarità ed eccezioni. Per questo motivo gli insegnanti pretendono dai loro studenti la massima precisione ed attenzione per quanto riguarda la stesura dei temi, che siano argomentativi, storici o di attualità.

Nonostante l’ortografia italiana sia molto complessa, esistono delle regole fondamentali che possono essere memorizzate facilmente e che garantiranno la stesura di un tema perfetto: ecco le più importanti.

  1. Un’ amica o un amica? Un amico o un’amico?  Un si apostrofa solo davanti ai nomi femminili che iniziano per vocale. Scriveremo quindi un’amica e un amico.
  2. Po, pò, o po’? Si tratta di un troncamento della parola poco. Quindi scrivere pò e po è scorretto. La forma giusta è invece po’, con l’apostrofo.
  3. Qual’è o Qual è? Errore gravissimo: si tratta di un troncamento e non di un’ elisione. Il modo giusto di scrivere è qual è senza apostrofo.
  4. Fà o fa? Si scrive fa, sia come indicativo presente, terza persona singolare, che come particella temporale ad esempio ” tanto tempo fa“.
  5. Dò o do? Non vuole l’accento. La forma corretta è do.
  6. Da o dà? Dobbiamo ricordare la duplice grafia. Da: preposizione semplice, senza accento. : verbo dare, terza persona presente, singolare.
  7. Se o sè? Il se nelle frasi ipotetiche non ha l’accento. Quando lo usiamo come pronome riflessivo, diventa . Nel caso in cui il se è seguito da “stesso” possiamo dire sia se stesso che sè stesso.
  8. C’entra o Centra? Si scrive c’entra, quando ci riferiamo al verbo “entrare”. Si scrive centra, se è una forma del verbo centrare.
  9. Tuttora o tutt’ora? Si scrive tutto attaccato: tuttora. Sono invece forme corrette: tutt’altro, tutt’oggi, ecc…
  10. Entusiasto o entusiasta? Entusiasta, sia al maschile che al femminile, è la forma corretta.
  11. Stesse o stasse? Desse o Dasse?  Si scrive e si dice sempre: Che egli stesse/desse .
  12. Ha piovuto o è piovuto? Entrambe le forme sono considerate corrette.
  13. Proprio o propio? Errore tipico delle regioni meridionali, la forma corretta è proprio.
  14. Accelerare o accellerare? La forma corretta è accelerare, senza la doppia ll.
  15. A me mi piace. È un errore, l’unica forma accettata nello scritto è “a me piace”.
  16. Capro espiatorio o capo espiatorio? La persona a cui si attribuiscono le colpe immeritate è il capro espiatorio.
  17. Daccordo o d’accordo? Si scrive staccato: d’accordo.
  18. Aeroporto o aereoporto? Ingegnere o ingegniere? Si scrive ingegnere senza “i” e aeroporto (così come si dice aeroplano).
  19. A fianco o affianco? A fianco si usa per dire “a lato di”. Affianco è la prima persona singolare del presente indicativo del verbo affiancare.