Cresciuta a pane e forme, non potevo che inaugurare in questo canale una rubrica sulle scarpe.

Solo per informarvi: sono nata e vivo tuttora nel cuore del distretto calzaturiero marchigiano, che comprende le province di Fermo e Macerata (che verranno cancellate a breve, ma questa è un’altra storia) ed ha al suo interno, scusate se pecco d’orgoglio, le eccellenze del made in Italy per quanto riguarda il mondo della calzatura.

Ah, ho anche un fidanzato modellista calzature ed il 60% dei miei amici lavora nel mondo delle “shoes”.

So benissimo che state già pensando a qualche nome. Bene, fatelo.

I mocassini Tod’s? Si fanno qui. Il tacco a rossetto di Guardiani? Anche lui viene prodotto qui. Le sneakers Bikkembergs? Proprio a due passi da dove vi sto scrivendo.

Potrei continuare all’infinito. Nella prossima puntata, magari.

Veniamo al dunque: ogni settimana presenterò un modello di calzatura, con le sue caratteristiche, le sue varianti, i suoi pregi e difetti e vi mostrerò gli esempi che i vari brand hanno creato riguardo tale modello.

Voi potrete commentare, scrivermi, criticarmi e chiedermi ciò che volete.

Perchè tutto questo?

Perchè vorrei aiutare a diffondere la cultura delle calzature, vorrei aiutarvi a riconoscere quando una calzatura è buona, di qualità e ha le caratteristiche per essere definita “scarpa”.

Mi auguro di riuscire nel mio intento.

Nel frattempo auguratemi tanta fortuna. E pazienza.