L’assessore leghista Gianni Fava con il suo tweet ha aperto ufficialmente il dibattito politico sulla legalizzazione della cannabis.

Mentre il suo partito ha preso immediatamente le distanze, nonostante il retweet errato da parte dell’account del governatore della Regione Lombardia, Roberto Maroni, la Lega Nord per bocca del suo segretario, Matteo Salvini, ha messo la parola fine sulla questione. “Sono cose da Renzi” ha detto Salvini aggiungendo, “Non è tra le nostre priorità, ognuno può pensarla come vuole, ma per il momento non vedo spazi di discusssione. Se, nel 2014, faremo una battaglia per legalizzare qualcosa sarà semmai la prostituzione: non abbiamo alcuna intenzione di batterci per legalizzare le droghe, leggere o pesanti che siano. E’ un dibattito che vedo bene in bocca a Matteo Renzi”.

Di parere opposto Nichi Vendola, presidente di Sel, che su twitter scrive: “La legge Fini-Giovanardi è una legge sbagliata, feroce, inefficace. Il probizionismo non è altro che manna dal cielo per i narcotrafficanti. E’ ora di legalizzare la cannabis”. (foto by InfoPhoto)

Intanto il senatore del Pd Luigi Manconi ha immediatamente presentato un disegno di legge in materia di coltivazione e cessione della cannabis indica e dei suoi derivati. “Dopo trent’anni di fallimenti della politica proibizionista in tutto il mondo, che ha portato solo ampliamento del mercato e del numero di consumatori, carcerizzazione di massa e sofferenze sociali, si è avviata finalmente una riflessione da parte di molti enti pubblici e di alcuni stati nazionali”, ha detto il Senatore.