Troppi sono i rifiuti presenti sulle spiagge che si affacciano sul Mediterraneo, siano esse in Italia che in altri Paesi.

Per fortuna, ogni anno, c’è chi si dedica alla pulizia delle coste.

Stiamo parlando di Legambiente e della sua iniziativa ‘Spiagge e fondali puliti 2012’ detta anche ‘Clean Up the Med’ che vede 22 Paesi, oltre all’Italia, collaborare per pulire le spiagge.

E così sarà anche quest’anno, dal 25 al 27 maggio, chiunque vorrà, potrà partecipare a questa lodevole iniziativa.

Per iscriversi, basta compilare un form online inserendo la località e la data in cui si è disponibili (elenco degli appuntamenti).

Per darvi un’idea di quanto sia importante imparare a gettare i rifiuti negli appositi contenitori, vi ricordiamo che i tempi di degrado di un fazzoletto di carta sono di 3 mesi, per la carta plastificata 5 anni, per il giornale da 4 a 12 mesi, per la gomma da masticare 5 anni e per un mozzicone di sigaretta da 1 a 5 anni.

All’edizione di quest’anno parteciperanno Cial, Corepla, Mareblu e Virosac.

“’Questa campagna – spiega Rossella Muroni, direttore generale di Legambiente – rappresenta un’occasione fondamentale per far capire quanto sia importante tutelare il nostro paesaggio costiero, un patrimonio d’inestimabile valore che appartiene a tutti gli italiani ma che oggi è sempre più a rischio. La tutela del mare e delle coste è un nostro dovere di cittadini”.