Nuovi emendamenti alla legge di Stabilità: vengono congelate le aliquote Imu e Tasi anche per il 2015. Il provvedimento ovviamente tende a evitare possibili innalzamenti di aliquote in direzione del tetto – il 6 per mille.

Questa sterilizzazione è stata pensata dopo il rinvio al 2016 dell’introduzione della local tax, l’imposta che avrebbe dovuto accorpare le due tasse comunali. E ovviamente questa decisione fa iniziare il balletto dei responsabili degli enti locali: il presidente dell’Anci Piero Fassino ha già messo le mani avanti: per mantenere il tetto del 2014 il governo Renzi deve tirare fuori le risorse.

Tra gli emendamenti da rilevare c’è anche quello che congela il canone Rai per l’anno venturo , ne arriva anche uno che congela il canone Rai l’anno prossimo: i contribuenti dovranno pagare lo stesso importo versato quest’anno, ovvero 113,50 euro.

Sono stati stanziati 130 milioni per la pulizia delle scuole, e altri 100 (in 2 anni) verranno stanziati per l’edilizia scolastica. Altri 200 milioni sono destinati al progetto aerospaziale con una riduzione dei tagli alla Difesa.

E poi si escludono dal calcolo della rendita catastale i macchinari imbullonati, si prevede una modifica che agevola le compagnie aeree straniere nel fare scalo in Italia – si immagina nell’ambito dell’accordo con Etihad, si destinano 50 milioni ai lavoratori esposti all’amianto negli stabilimenti di Casale, Avellino e Bagnoli.

Infine viene destinato un miliardo alla regioni per allentare il patto di Stabilità ed aumentato il canone annuo per i permessi di prospezione e ricerca degli idrocarburi – si passa da un canone annuo di 1,6 a 2,6 milioni.

photo credit: GhostSwann via photopin cc