Parlando della legge elettorale durante la direzione del Pd presso la sede Dem, Matteo Renzi dichiara di preferire il Rosatellum rispetto al proporzionale e offre la sua apertura ad una colazione di centro sinistra.

“O Rosatellum o ci teniamo il Consultellum. Tertium non datur. Il Rosatellum – dichiara Renzi - ha punti di vantaggio sul proporzionale: chiama alla creazione di una coalizione. E’ un passo avanti perché impone un maggior rapporto tra politici e cittadini. Il Pd resta il baricentro ma con il Rosatellum si forma una coalizione più ampia”.

Una dichiarazione, quella di Renzi, che spazza via possibili ipotesi di un nuovo patto del Nazareno con Berlusconi e apre ad una larga coalizione di centro sinistra.

Sicuramente non ci saranno gli ex PD ora nel Mdp, che Renzi non li reputa nemici, ma evidentemente nemmeno se li immagina al suo fianco visto che sono contrari al Rosatellum.