La minacciava di divulgare un video privato, in cui ci sarebbero state scene di sesso tra i due; faceva appostamenti sotto la sua abitazione anche di notte e la costringeva a vivere in un perdurante stato di ansia. Questa la storia di una donna che ha trovato il coraggio di recarsi in Questura, a Catania, e di denunciare una volta per tutte i continui litigi con l’ex compagno, poi sfociati in aggressioni fisiche, ingiurie e ripetute minacce tali da rendere la loro convivenza “dolorosa e mortificante”. Quando lei ha deciso di lasciarlo, sono cominciate le minacce, come quella appunto di diffondere il video hot.

L’uomo, adesso è stato indagato in stato di libertà per i reati di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori: notificata anche l’ordinanza di divieto di avvicinamento alla propria ex compagna, alla sua abitazione e ai luoghi da lei frequentati abitualmente. Inoltre è stata eseguita la perquisizione presso l’abitazione dell’ex compagno al fine di rintracciare il telefono cellulare contenente il video che lo stesso ha minacciato di divulgare. Rinvenuto, infine, uno spadino, con lama in acciaio di 30 cm, posto sotto sequestro.

Così è stato messo fine all’incubo della vittima: lui, infatti, con la diffusione del video hot, avrebbe potuto causare ulteriori danni.