Una bimba autistica e uno sconosciuto. Ecco i protagonisti di una storia di ordinaria umanità, che fa commuovere tutto il web. Kate è una ragazzina affetta da autismo che, durante il viaggio di ritorno da una gita a Disneyland, si ritrova seduta in aereo accanto ad uno sconosciuto. Commovente il rapporto che si instaura tra i due, nessuna traccia di imbarazzo, di disprezzo o di disagio. Tanto da spingere Shanell, la madre della piccola, a scrivere una lettera di ringraziamento sul suo blog.

“Caro Papà, non so il tuo nome, ma mia figlia Kate ti ha chiamato “papà” per l’intera durata del nostro viaggio la settimana scorsa e tu non l’hai mai corretta – così scrive Shanell – Avresti potuto sentirti a disagio su quel sedile. Avresti potuto ignorarla. Avresti potuto farmi uno di quei sorrisi che indicano tanto disprezzo, quelli che significano “Gestisca sua figlia, per favore”. Invece non hai fatto niente di tutto ciò. Hai cominciato a chiacchierare con Kate, facendole quelle domande sulle sue Tartarughe Ninja. Lei non poteva risponderti davvero, ma l’hai fatta così innamorare, che manteneva il contatto visivo e l’attenzione sulla tua voce”.

Parole sincere che toccano il cuore tanto da essere condivise da centinaia di persone: “Quindi grazie. Grazie per non avermi fatto ripetere quelle solite frasi che solitamente dico alla gente che incontro quando sono con Kate. Grazie per averla intrattenuta. E per aver messo via le tue cose, i tuoi libri, per passare il tempo a giocare con la nostra bambina”.

Foto: Goteamkate.com