Dopo il successo de Il profumo delle foglie di limone, Clara Sánchez è tornata nelle librerie italiane, con la sua ultima fatica, Entra nella mia vita (Garzanti, 2013), un’altra storia al femminile, un altro viaggio nell’animo delle donne.

Madrid. Il sole estivo illumina la casa piena di fiori. È pomeriggio e la piccola Veronica approfitta di un breve momento di solitudine per sfogare la curiosità di bambina spiando tra le cose dei genitori. Apre una cartella piena di documenti, intorno a lei il silenzio, e spunta una foto. Veronica la estrae con la punta delle dita, come se bruciasse. Non l’ha mai vista prima. Ritrae una bambina poco più grande di lei, con un caschetto biondo, una salopette di jeans e un pallone tra le mani. Veronica è confusa, ma il suo intuito le suggerisce che è meglio non fare domande, non adesso che la mamma è sempre triste. Anno dopo anno, Veronica si convince sempre più che le discussioni e i malumori in casa sua nascondano qualcosa di cui nessuno vuole parlare. E che l’enigma di quella foto, di quella bambina sconosciuta, c’entri in qualche modo. Ma quando Veronica diventa una donna, decisa e tenace, non può più fare finta di niente. La malattia della madre la costringe a fare i conti con un passato di cui non sa nulla, un passato rubato che la avvicina sempre di più alla bambina misteriosa della fotografia. Ritrovarla è l’unica strada per raggiungere la verità. Una verità che, forse, ha un prezzo troppo alto. E quando Veronica trova la bambina, ormai una donna anche lei, capisce che la strada è tutt’altro che percorsa, che il mistero è tutt’altro che svelato. Ma soprattutto capisce che c’è qualcuno disposto a tutto pur di ostacolarla nella sua ricerca. Non le rimane che sé stessa, il suo intuito e il suo coraggio…

L’universo femminile è il grande protagonista di una storia ispirata a fatti di cronaca realmente accaduti, che riporta alla memoria lo scandalo che infiammò la Spagna alcuni anni fa: un terribile mercato di neonati, sottratti a famiglie disagiate o a ragazze madri e affidati, dietro lauto compenso, a “famiglie adeguate”. Un romanzo ricco di implicazioni ideologiche e morali che la Sanchez però sceglie di non sviscerare, preferendo concentrarsi sull’emotività dei personaggi e sul loro vissuto, su un quotidiano fatto di esperienze ed emozioni che li condiziona. L’amore smisurato di una mamma, l’intuito che vince ogni razionalità, la forza della verità che schiaccia la menzogna e fuga ogni paura, ma anche una storia fatta di legami familiari, di ricerca di se stessi e che esplora l’eterno dilemma di chi sono i figli, se di chi li mette al mondo o di chi li cresce: una storia dominata da sentimenti e figure femminili, ma senza per questo diventare una lettura per sole donne.

L’Autrice:

Clara Sánchez vive a Madrid. Ha pubblicato alcuni romanzi inediti in Italia, ma tradotti in molti altri paesi, e ha vinto il Premio Alfaguara nel 2000 con Últimas noticias del paraíso. Con Il profumo delle foglie di limone, in cima alle classifiche di vendita spagnole per oltre un anno, ha raggiunto la fama mondiale.