Continua a destare preoccupazione la situazione della Liguria, stretta in un’ondata di maltempo che già negli scorsi giorni ha provocato disagi e danni.

Nell’intero Nordovest sono cadute abbondanti quantità di pioggia, con precipitazioni che addirittura nella regione hanno superato i 500 litri per metro quadro.

Giacomo Giampedrone, assessore alla Protezione Civile, ha infatti annunciato in sede di conferenza stampa che già da questa sera potrebbe essere proclamata l’Allerta rossa, in base alle importanti piogge avute nei giorni precedenti.

L’allarme riguarderà i bacini liguri di Ponente già dalle 21 di questa sera, fino alla mattinata di venerdì, mentre dalle prime ore di domani interesserà anche Genova e Savona e le rispettive province.

Per questo invitiamo a prestare la massima attenzione”, ha avvertito l’assessore. “Al momento la situazione rimane critica con alcuni livelli di allerta arancio sulle zone dell’entroterra savonese e gialla sull’estremo ponente fino a Noli e da Noli fino a Portofino”.

Contestualmente è stata comunicata anche l’apertura continua della Sala Operativa della Protezione Civile sino alla fine dell’evento meteorologico.

Il comune di Genova, che da domani entrerà in Allerta arancione, ha già annunciato che nella giornata di domani tutte le scuole verranno chiuse. Si attendono piogge molto forti e persistenti, con temporali violenti e venti che arriveranno alla velocità di 70 km/h e in generale un rischio alluvione piuttosto elevato.

Problemi simili anche in Piemonte, dove l’Allerta arancione interessa le pianure e la collina torinese, in vista delle piogge battenti previste per le prossime ore. L’allerta rossa entrerà in vigore domani per le zone alpine e prealpine occidentali, con il rischio di straripamenti dei corsi d’acqua e frane.