Nuovo filmato choc dell’Isis in cui viene mostrata l’esecuzione di 5 uomini che confessano di essere stati pagati dai servizi segreti britannici. Il video soprattutto verrà ricordato perché presenta l’erede di Jihadi John – il kuwaitiano con passaporto britannico che ha decapitato gli ostaggi stranieri in una serie di video messi in rete dallo Stato islamico, ed è stato poi eliminato a novembre da un drone della Raf in Siria.

L’erede di Mohammed Emwazi, anche lui in perfetto inglese debutta dicendo che “Questo è un messaggio per David Cameron, schiavo della Casa Bianca e mulo degli ebrei“. Continua poi rivolgendosi “al popolo della Gran Bretagna“, affermando che l’Isis “un giorno invaderà” la loro terra, “dove governerà attraverso la Sharia“. Un’altra minaccia viene rivolta ai “vostri bambini” che pagheranno per i bombardamenti aerei della Raf in Siria – iniziati nei primi giorni dello scorso mese di dicembre.

Il primo ministro David Cameron ed i suoi predecessori Gordon Brown e Tony Blair sono “arroganti e stupidi“. L’uomo poi si rivolge direttamente al premier britannico per dirgli “perderai la guerra, come hai perso in Iraq e Afghanistan. Ma questa volta, quando perderai, i tuoi figli erediteranno la tua sconfitta e ti ricorderanno come un pazzo che pensava di poter lottare contro lo Stato islamico“.

Il filmato si pensa che possa essere stato realizzato da un gruppo di stanza a Raqqa finisce con un bambino che ha un’età compresa tra i 5 ed i 6 anni, che sembra essere anche lui britannico come l’erede di Jihadi John, che punta un dito alle sue spalle – probabilmente in direzione del Regno Unito -, e dice: “Uccideremo i kuffar” – ovvero gli infedeli – “da quella parte“.