Le addette dell’impresa di pulizia del “Museion” di Bolzano si sono sbarazzate inconsapevolmente di un’opera d’arte pensando fosse spazzatura. In verità la sera prima nelle sale del locale c’era stata una festa e, al mattino dopo, le tante bottiglie vuote gettate a terra, i coriandoli e i mozziconi di sigaretta potevano essere tranquillamente scambiati per i resti di bagordi durati tutta la notte.

Un’enorme svista quella delle signore della pulizia perchè, in verità, quegli oggetti sparsi sul pavimento costituivano invece un’istallazione di “Goldschmied & Chiari”, in arte Goldi&Chiari, una delle coppie più ambite nei circuiti di arte contemporanea. L’opera si intitolava “Dove andiamo a ballare stasera?” e si rifaceva indirettamente alla crisi politica degli anni Ottanta, ispirandosi alla guida alle discoteche scritta dall’ex ministro socialista De Michelis. Una riproduzione così ben riuscita da essere scambiata per una scena reale, insomma. Letizia Ragaglia, direttrice di “Museion”, ha rassicurato i visitatori direttamente dalla pagina Facebook del museo, evidenziando come nell’arte casi del genere si sono ripresentati anche a personaggi famosi a livello internazionale:

“I precedenti illustri ci sono tutti, dalla vasca di Joseph Beuys alla porta di Duchamp. Questa mattina il personale addetto alle pulizie ha rimosso l’installazione ambientale ‘Dove andiamo a ballare questa sera?’ delle artiste Goldschmied & Chiari, recentemente inaugurata. L’opera, che mostrava i resti di una festa finita, verrà riallestita al più presto! ”.

I precedenti illustri ci sono tutti, dalla vasca di Joseph Beuys alla porta di Duchamp. Questa mattina il personale…

Posted by Museion Bozen-Bolzano on Sabato 24 ottobre 2015