Ha dell’incredibile quanto accaduto ieri a Milano dove, a pochi passi dalla stazione, un 29enne – già noto alle forze di polizia – ha aggredito un tassista di 48 anni staccandogli un orecchio a morsi, al termine di una lite scaturita per futili motivi, forse per un parcheggio. Il giovane, stando alle prime informazioni trapelate, avrebbe preteso di parcheggiare nel posto del tassista: così ha iniziato ad aggredirlo prima verbalmente poi fisicamente dandogli un morso all’orecchio e staccandoglielo. Un’aggressione in piena regola.

Sia la vittima che l’aggressore sono stati ricoverati in ospedale: al tassista è andata peggio con la rottura del naso e l’orecchio che è rimasto attaccato solo per un lembo. Secondo le prime risultanze investigative, la rissa – prima di degenerare con il morso all’orecchio – sarebbe andata avanti con calci e pugni poiché il tassista, dopo un primo diverbio, si sarebbe posizionato davanti all’auto del 29enne per non farlo scappare via.

Al momento, però, non è scattato né il fermo né l’arresto per l’aggressore poiché si attende la decisione dei due che, stando così le cose, dovrebbero denunciarsi a vicenda. Il tassista, trasportato in codice giallo al Niguarda, è quello a cui è andata peggio; l’altro è in condizioni meno gravi al Fatebenefratelli.