E’ stata trasmessa ieri sera a “Striscia la notizia” la prima intervista tv di Edoardo Stoppa a Giovanni Santi, lo stalliere che è stato prima sequestrato e poi picchiato selvaggiamente da Salvatore Carvelli e Camilla Cassina, entrambi titolari di un maneggio nel Torinese. Il signor Santi, picchiato perché ritenuto responsabile della segnalazione al tg satirico di Canale 5 (in un reportage andato in onda il 2 marzo scorso), davanti alle telecamere di Antonio Ricci ha ribadito di essere totalmente estraneo ai fatti e di non aver allertato lui “Striscia”. In quell’occasione – come ricorderete – vennero mostrate immagini di cavalli feriti e di carabinieri che sequestrano bastoni, medicinali scaduti e stimolatori elettrici. Un filmato agghiacciante.

Lo stalliere torturato: “Ho terrore per mia moglie e mia figlia”

Ieri, però, a “Striscia la notizia” ha raccontato come si sente e come sono andati realmente i fatti. Una storia terribile che sarebbe potuta finire in una vera e propria tragedia. “Io quel giorno lì sono morto. Da allora passo le notti guardando fuori dalla finestra perché ho il terrore che vengano a prendere mia moglie e mia figlia. Mi hanno distrutta la vita” ha raccontato lo stalliere.

Quella dello stalliere torturato è stata la prima intervista tv nella quale ha raccontato, passo dopo passo, ciò che gli è stato fatto.