Tre gli attacchi terroristici che ieri sera hanno colpito il cuore di Londra seminando il panico. Un pulmino è piombato sulla folla al London Bridge investendo diversi passanti. Poi, stando al racconto dei testimoni, i terroristi avrebbero abbandonato il mezzo per accoltellare altri civili al Borough Market. Il bilancio provvisorio è di 6 vittime ed oltre 48 feriti.

Londra, 6 vittime e 48 feriti

Inizialmente si era parlato di un “serio incidente” e non di un attacco terroristico. Dopo, però, grazie alle indagini e alle testimonianze raccolte in loco, gli agenti hanno capito che si trattava ancora una volta di terrorismo. Tre gli aggressori uccisi, due dei quali sarebbero stati fotografati distesi sull’asfalto nella zona del Borough Market.

Londra, tre terroristi uccisi dalla polizia

Un attacco prolungato “iniziato a London Bridge e concluso a Borough Market” ha precisato il capo dell’antiterrorismo di Scotland Yard. Al momento non ci sono rivendicazioni anche se i sostenitori dell’Isis stanno già festeggiando sui social media.

“Questo è per Allah” avrebbero gridato i terroristi durante gli attacchi, stando a quanto riportato dai testimoni. Altri parlano di feroci accoltellanti: una donna, ad esempio, sarebbe stata presa di mira dai tre aggressori con una violenza inaudita.

La Farnesina sta verificando l’eventuale presenza di italiani tra le vittime o i feriti.