Terrore a Londra. Nella stazione della metropolitana di Leytonstone, a nord est del centro della città, un uomo ha tentato di sgozzare con un coltello un passeggero, inveendo contro l’intervento militare in Siria. L’individuo sembra essere un giovane di colore, o almeno questo è quanto è possibile dedurre dalle immagini girate da testimoni con il proprio smartphone.

L’assalitore, che ha continuato ad inveire minacciando altri passeggeri per lunghi minuti, è stato poi neutralizzato dalla polizia con un Taser, una pistola che rilascia potenti scariche elettriche, ed è stato portato via. Secondo alcuni testimoni l’uomo aveva con sé anche un machete. Secondo il Mirror,subito dopo aver accoltellato la sua vittima, l’uomo avrebbe gridato “ecco cosa succede quando fai lo stronzo con madre Siria, tutto il tuo sangue verrà versato”. Il tabloid londinese, così come accaduto per il Daily Mail, ha pubblicato alcuni filmati video girati coi telefonini da testimoni presenti nella stazione della metropolitana di Londra, immagini in cui si vede la notevole pozza di sangue vicino ai tornelli di accesso alla metropolitana. Successivamente entrambe le testate sono entrate in possesso di altri filmati in cui si vede con chiarezza l’assalitore, che sembra avere poco più di 20 anni ed appare molto agitato quasi fosse drogato, prima e dopo essere neutralizzato dalla polizia.

Secondo Scotland Yard si tratta di un atto di terrorismo. Ad affermarlo è stato Richard Walton, responsabile dell’antiterrorismo della polizia londinese, con un messaggio su Twitter: “Vorrei insistere sul fatto di rimanere calmi, ma attenti e vigili. La minaccia terroristica rimane elevata, il che significa che un attacco terroristico appare probabile”.  Il bilancio è di un ferito grave ma la polizia non esclude che ci possano anche essere due persone rimaste ferite in modo più superficiale.