Fa quasi ridere la lista degli articoli sequestrati in questo anno alla Dogana di Genova.

Dalla conferenza stampa che si è tenuta sulla questione dogana, è emerso che sono stati sequestrati più di 600 articoli che entrano nel calderone della contraffazione.

Nell’ambito della lotta a questa piaga e in difesa della salute pubblica, l’Agezia delle Dogane è riuscita a scoprire traffici illeciti che hanno dell’incredibile.

Soli 73 container sospetti sono stati aperti, ma sono bastati per mettere in luce come il problema del controllo alle dogane sia quanto mai attuale.

Partiamo con i tre camion da guerra che erano diretti in Somalia, zona davvero poco tranquilla di questi tempoi ma anche una partita di trietanoloammina, una sostanza che viene utilizzata per fabbricare armi di distruzione di massa e che era diretta verso il tanto temuto Iran.

Grande ritorno per il contrabbando di sigarette, di cui Genova pensava di essersi liberata.

Il materiale pericoloso pesava circa 1.700 tonnellate e ha portato alla denuncia di quattro imprenditori dell’hinterland milanese.

Non potevano mancare però flora e fauna da questi traffici, si contano infatti 500 pelli di alligatori prive del relativo certificato Cites, pappagalli, cardellini, piante e coralli, di solito provenienti dall’Africa.