Si chiama Luca Guizzon il primo farmacista – specializzato in fitoterapia – titolare insieme alla madre di una farmacia che tra qualche tempo venderà la cannabis di stato, prodotta in Italia in uno stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze (che ha già confezionato 2.400 barattoli di cannabis terapeutica da distribuire nelle farmacie del Paese, ndr). Una vera e propria rivoluzione, spiegano.

Arriva la cannabis di stato

“Prendi la cartina, la apri, metti le infiorescenze sminuzzate in acqua fredda e fai bollire 20 minuti, poi si beve ed è come un the” racconta, entusiasta, il farmacista. La loro sarà la prima struttura in Italia a ricevere e distribuire il farmaco – contenente marijuana made in Italy – utile per le terapie antalgiche. “Come abbiamo fatto ad essere i primi? Ci abbiamo creduto fin dall’inizio e, quando abbiamo saputo che partiva la produzione nazionale, ne abbiamo fatto domanda” ha spiegato il 28enne. “Per i nostri clienti si traduce in un risparmio del 30 per cento” ha aggiunto.

Cannabis prodotta in Italia

Dati alla mano, il risparmio per i pazienti è notevole: dai 24 euro al grammo della cannabis olandese ai 15 euro di quella italiana.

Solo la loro farmacia – precisano – tratta circa 25 ricette al mese per cannabis terapeutica: si tratta di pazienti che hanno dolori da infortuni, dolori oncologici o spinali. “Spesso vengono prescritti anche a chi ha problemi di spasticità o forme particolari di sclerosi” hanno dichiarato.