È bastata una frase per sollevare un polverone. Il protagonista è il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio che, su Twitter, ha pubblicato la seguente frase: “La legislatura che sta per essere sciolta (si spera nell’acido) è stata una delle peggiori della storia repubblicana. Ma almeno un merito l’ha avuto: offrirci la galleria completa di tutti gli orrori che non vorremmo mai più” ha scritto. Immediata la replica di Lucia Annibali, donna sfregiata dall’acido: ”Chi come me ha conosciuto gli effetti dell’acido, per sua sfortuna, si augura invece che questo non debba mai accadere a nessuno, nemmeno per scherzo”.

“Mi spiace che Lucia Annibali si sia offesa per il mio augurio semiserio che questa orribile legislatura venga sciolta nell’acido. Non sapevo che anche la parola “acido” fosse stata proibita dall’Inquisizione del Politicamente Corretto” ha replicato il giornalista Marco Travaglio. Ad intervenire nel dibattito, poi, c’è anche l’ex Premier e segretario del Pd Matteo Renzi che sempre su Twitter, citando il commento della Annibali, scrive: “Un abbraccio affettuoso a Lucia Annibali, donna coraggiosa e libera”.

Decine i commenti contro il giornalista (e direttore del Fatto Quotidiano) Marco Travaglio: in molti fanno notare che il metodo di uccidere con l’acido appartenga alla mafia.