Le parole sono importanti, con l’intento di arricchire il vocabolario sempre più scarno degli italiani, oggi propone un nuovo vocabolo che, ahinoi, è sempre meno utilizzato non soltanto nel linguaggio parlato, ma anche scritto. i tratta di

LUDIBRIO: Dileggio, beffa oltraggiosa, sinonimo anche di derisione umiliante, spietata, insistente. Il termine non intende quindi una semplice presa in giro, ma proprio uno schernire pesantemente.

Alcuni esempi di utilizzo:

“Mi ha esposto al pubblico ludibrio”

“Ha messo in lubidrio i miei sentimenti”

ALTRI LINK:

Cosa significa “biascicapaternostri”?

Cosa vuol dire “sciamannato”

Il significato di “solipsista”

Cosa vuol dire “ringalluzzire”

Ci ricordiamo di “Riminiscenza”?