Un’eclissi totale di luna è avvenuta stamattina dalle 6,54 alle 12,38 (ora italiana), con il culmine alle 9,46. E’ stata la prima Luna Rossa del 2014. L’evento non è stato visibile dall’Europa (eccetto nella fase iniziale dalle regioni più occidentali) ma da Australia, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Canada, America Centrale e buona parte del Sud America. Per chi non lo sapesse, l’eclissi lunare totale è quel fenomeno che si verifica quando Terra, Luna e Sole sono in perfetto allineamento tra loro, e la Luna entra nel cono d’ombra proiettato dalla Terra nello spazio (clicca qui per saperne di più). Proprio  alle 6,54 di oggi, 15 aprile, la Luna è entrata nel cono di penombra della Terra, dal quale uscirà alle 11.33.

Lo spettacolare fenomeno della luna rossa è la conseguenza della rifrazione della luce solare nell’atmosfera, ben visibile anche ad occhio nudo. Il satellite naturale, in perfetto allineamento con il sole, è davvero suggestivo e assume, nelle varie fasi, colori diversi che vanno dall’arancione brillante al colore rosso sangue, per poi mutare nel marrone scuro e nel grigio (foto by InfoPhoto).

Il Virtual Telescope Project ha coordinato un team internazionale che, collocato in diversi Paesi, ha monitorato in tempo reale il fenomeno.

Quella di oggi è la prima luna rossa della tetrade, un fenomeno abbastanza raro che si ripeterà anche l’8 ottobre e altre due volte nel 2015.

Il 2014 sarà caratterizzato anche da un’eclissi solare anulare, che si verificherà il prossimo 29 aprile, mentre il 23 ottobre sarà possibile osservare il fenomeno dell’eclissi parziale di Sole. Dalla Luna, la sonda Lunar Reconnaissance Orbiter (Lro) della Nasa, raccoglierà inoltre informazioni su come si raffredderà la superficie lunare durante l’evento.

Nel periodo di Pasqua, sarà infine possibile osservare le Liridi, delle stelle cadenti visibili in particolare tra il 22 e il 23 aprile.