Dopo 90 anni di storia il quotidiano L’Unità non sarà più in edicola da domani 1 agosto (leggi qui L’Unità chiude: da Pasolini a Travaglio, storia di 90 anni di passione). Il motivo? Non ci sono più soldi per poterlo tenere in vita. Persino Daniela Santanché aveva provato ad acquistarlo (si era parlato di una cordata insieme alla giornalista Paola Ferrari) ma la sua proposta è stata rifiutata.

E il popolo della rete come ha reagito a questa notizia? Diciamo che spiace sempre quando un organo di informazione chiude (siamo sempre in un regime di democrazia e tutti dovrebbero avere il diritto di poter comunicare in qualche modo), però… permettetemi di dire… In un mondo in cui anche l’informazione è sempre più veloce ed informatizzata e in cui i canali tradizionali, come giornali e quotidiani cartacei, sono molto probabilmente destinati a scomparire e i giovani e i giovanissimi (ma anche i più adulti) utilizzano internet come primo veicolo per informarsi, la reazione da parte della rete non poteva che essere per lo più “fredda”.

Se ieri il quotidiano è uscito in edicola con 16 pagine bianche e un titolo “Hanno ucciso L’Unità” piuttosto esplicativo, sui social – ed in particolare su Twitter – molti hanno espresso disinteresse per la notizia, altri ancora hanno gioito oppure criticato la cattiva gestione che ha probabilmente condotto alla chiusura o, ancora, sottolineato che i giornali “di partito” hanno ormai fatto il loro tempo. Ovviamente non mancano anche i tantissimi tweet ironici.