Sembra sia nato il 31 dicembre del 1870, ben 145 anni fa. E sebbene detenga dei documenti pronti a comprovare la sua incredibile longevità, al momento sembra che siano necessarie ulteriori accertamenti per comprovarne l’effettivo record. È questa la storia di Mbah Gotho, un uomo indonesiano, il quale ha vissuto tutti i mutamenti del Novecento, comprese due Guerre Mondiali, nonché il passaggio al nuovo millennio.

Gotho conduce una vita molto modesta e, nel corso di questi 145 anni, è sopravvissuto a tutti i suoi fratelli, a quattro mogli e ai figli. Tanto che, oggi, è accudito da nipoti e pronipoti. Eppure, giunto a un’età da record, l’anziano non sembra essere preoccupato per il futuro. Anzi, in modo del tutto sereno riferisce di essere “pronto a morire”. Tanto che ventiquattro anni fa, nel 1992, l’uomo e i suoi nipoti pensarono di predisporre una tomba presso un cimitero locali, il tutto di comune accordo, convinti che il momento dell’addio fosse ormai imminente. Da quel giorno, però, sono passati oltre due decenni.

Per poter entrare nei record mondiali, i suoi documenti dovranno essere certificati da organismi indipendenti. A oggi, però, Gotho non è il più anziano individuo della storia. A batterlo, infatti, vi sono i traguardi raggiunti dal nigeriano James Olofintuyi, vissuto fino a 171 anni, e dell’etiope Dhadabo Ebba, di 163.

https://www.youtube.com/watch?v=G2LvQGN0nxY