I fiori­ sono uno dei motivi della collezione Autunno/Inverno 2015-2016 M Missoni, dove non solo i colori ma anche le stampe e le texture sono caleidoscopiche, calde e preziose.

A partire dall’ abito con stampa floreale, in tessuto a nido d’ape, e da quello di ispirazione cinese in maglia con fili di lurex e bordi a contrasto, per arrivare al cappotto cinese ispirato ai vasi dei mandarini con fili di lurex colorati su base ottoman ad effetto onda in jacquard.

La palette di colori va dal rosso al fucsia peonia, dall’arancio che si attenua nel pesca al marrone bronzeo, dal prugna ad una sfumatura di viola più accesa, prendendo ispirazione dai colori della città di shanghai, da cui parte l’ispirazione per l’intero mood di collezione.

Il  tratto determinante della nuova collezione rimanda ad un mondo lontano, la Cina, quella della città proibita, ma anche quella di decenni più vicini a noi, più attuale.

File rouge di tutta la linea è un’evidente tridimensionalità, un effetto che permea le abituali definizioni della maglieria, spesso con andamenti a onda o degradé. Poi si scoprono nuovi blend materici tra cui lane armaturate, jersey, raso, neoprene, velluto, mescolate l’uno con l’altro.

Un preciso rigore geometrico definisce le forme. Non mancano la leggerezza e la fluidità nei capi ma prevale la ricerca di severità nel “segnare” letteralmente le linee dei capi con profili, orli, bordure, nastri in totale evidenza e in contrasto materico e cromatico, con marcate intenzioni grafiche.