Tutto come previsto. Crolla il Pd di Renzi (19%) mentre vola la Lega di Matteo Salvini che supera persino Forza Italia di Silvio Berlusconi (13%) Primo partito è il Movimento Cinque Stelle che fa cappotto al Sud (31%) soprattutto in Sicilia e Sardegna. I dati sono ancora parziali ma il quadro che emerge è senza dubbio quello di un’Italia divisa in tre: da una parte il M5s, dall’altra la colazione di centro-destra (con un buon 37%) e il centro-sinistra di Renzi che ne esce sconfitto da queste elezioni. Nessuno ha conquistato la maggioranza in Parlamento e con queste cifre sarà necessaria una “larga intesa” per governare il Paese.

Al momento non si registrano commenti ufficiali da parte dei principali “attori” di queste elezioni politiche.

Affluenza record al 73%

L’affluenza è stata intorno al 73% alla Camera.

A Macerata stravince la Lega di Salvini

A Macerata, dove è stata uccisa la giovane Pamela Mastropietro e dove un uomo, Luca Traini, ha tentato una strage razzista, sembra che il centro-destra sia in testa con il partito di Matteo Salvini come primo per consensi. La Lega ha ottenuto il 21% contro il 10% di Forza Italia.

Male Casapound e partiti piccoli

Male i partiti più piccoli come “Casapound”, “Popolo della Famiglia” e “Italia agli italiani” che alla Camera non conquistano nemmeno l’1% dei consensi.