Madre Teresa di Calcutta nel corso del 2016 verrà proclamata santa. A completare il lungo processo di canonizzazione della religiosa albanese scomparsa nel 1997 è stato Papa Francesco il quale, nel giorno in cui festeggiava il suo 79esimo compleanno, ha riconosciuto un miracolo da lei compiuto, requisito indispensabile per procedere alla proclamazione.

Il miracolo compiuto da Madre Teresa di Calcutta riguarda la guarigione straordinaria, avvenuta il 9 dicembre del 2008, di un uomo che adesso ha 42 anni, che era stato ridotto in fin di vita da “ascessi multipli cerebrali con idrocefalo ostruttivo” ed era già stato “sottoposto a trapianto renale e in terapia con immunosoppressori”, come riporta la sua diagnosi. Una guarigione da tale malattia era stata dichiarata lo scorso 10 settembre, con un voto unanime, scientificamente inspiegabile dall’esame collegiale della Consulta medica. La moglie dell’uomo chiese l’intercessione di Madre Teresa di Calcutta quando il marito si trovava sul tavolo operatorio in fin di vita e l’uomo poi si riprese.

A questo punto anche Papa Francesco ha dato la sua approvazione al riconoscimento di tale guarigione come miracolo compiuto da Madre Teresa di Calcutta e adesso si procederà con la sua canonizzazione. La data ufficiale della proclamazione sarà resa nota durante il prossimo Concistoro, ma una data probabile potrebbe essere il 4 settembre 2016. In ogni caso si tratterà di uno degli eventi principali del Giubileo che ha avuto avvio lo scorso 8 dicembre.

Madre Teresa di Calcutta è stata la fondatrice della Congregazione religiosa delle missionarie della carità e nel 1979 ottenne il Nobel per la pace. Ad appena due anni dalla sua morte, avvenuta a Calcutta, in India, il 5 settembre 1997, Giovanni Paolo II diede il via al processo di beatificazione, che venne proclamata il 19 ottobre del 2003. Nel 2005 venne quindi avviato anche il lungo processo per la canonizzazione, che ora ha finalmente avuto termine e verrà ufficializzata nel corso del prossimo anno.