Da ormai diverse stagioni anche il mondo della moda è attento all’ambiente.

Tanti i designer e i brand che, con diverse iniziative, sostengono le cause tra le più diverse, accomunate dal tocco green.

Tra loro figura Malìparmi che, per il progetto “Tessuto della Memoria“, viene candidata al premio Sette Green Awards 2013.
Il contest, giunto ormai alla terza edizione, vuole premiare infatti chi fra tanti si è distinto per le proprie iniziative a favore dell’ambiente.

Quest’anno, per l’appunto, tra i candidati figura anche Malìparmi: la capacità e tenacia nel far rivivere gli scampoli di tessuto di stagioni passate in nuove uniche creazioni viene infatti accompagnata a un packaging completamente green, che si distingue per la cura e l’attenzione che gli vengono dedicati.

Niente plastica, ma solo tessuti, carte e cartoni riciclati vanno infatti a contenere abiti rigorosamente piegati e borse non imbottite ma arrotolate su sé stesse. Materiale di recupero sì, ma ridotto al minimo nell’utilizzo: anche questo vuole dire attenzione all’ambiente.

Come se non bastasse, anche i negozi seguono la scia dell’ottimizzazione degli spazi e dei materiali: gli espositori di cartone riciclato sono infatti consegnati piegati e montati direttamente in loco.

Tanto studio e tanta attenzione non meritano allora che un riconoscimento: questo il motivo della candidatura di Malìparmi, casa di moda da sempre attenta alle cause solidali, al Sette Green Awards 2013.

Per votare basta accendere una stella per Malìparmi su http://7greenawards.corriere.it/2013/packaging/