Aggiornamento 17:10 – secondo lo staff di Umberto Bossi, il Senatùr non avrebbe avuto un malore ma sarebbe stato ricoverato al Policlinico Gemelli dopo che l’infermieria della Camera avrebbe constato che la sua pressione sarebbe stata troppo alta. Da qui il consiglio di recarsi in ospedale per sottoporsi a controlli più approfonditi.

————–

L’ex leader della Lega Nord, Umberto Bossi, sarebbe stato ricoverato in ospedale dopo aver subito un malore. Secondo quanto sarebbe emerso fino a questo momento, Bossi avrebbe avuto bisogno del ricovero al Policlinico Gemelli di Roma dopo un improvviso sbalzo di pressione ma le sue condizioni non sarebbero gravi o preoccupanti.

Condannato proprio qualche giorno fa assieme al figlio Renzo e all’ex tesoriere della Lega Francesco Belsito (per il reato di appropriazione indebita, per l’uso privato che avrebbe fatto dei soldi destinati alla Lega Nord), Umberto Bossi da oltre dieci anni deve affrontare i problemi di salute conseguenti ad un ictus cerebrale. Superati i momenti peggiori della malattia, il Senatùr – così come viene chiamato dai leghisti – è poi tornato alla politica, pur non occupando più, ufficialmente, un ruolo di rilievo all’interno del partito che ha fondato.

In seguito all’ictus che lo ha colpito, Bossi ha avuto come conseguenza soltanto, si fa per dire, un notevole indebolimento ad un braccio. Per il resto l’ex leader della Lega Nord ha sempre continuato a combattere le battaglie tipiche del suo partito, pur rivedendo in parte alcune posizioni estremiste espresse nel passato. In una recente intervista, Bossi aveva anche espresso il suo disappunto sulla volontà (da parte di Matteo Salvini) di voler trasformare la Lega in un partito nazionale.