E’ emergenza freddo in tutta Italia, soprattutto in Abruzzo dove è arrivato persino l’Esercito. Il governatore Luciano D’Alfonso lo ha annunciato dopo aver saputo della decisione del Ministro della Difesa Roberta Pinotti di voler mandare da Foggia “mezzi e uomini per le operazioni necessarie”. Il presidente della Regione lo aveva chiesto per “liberare la viabilità della città di Chieti, di Atri (Teramo) e del comune di Cellino Attanasio (Teramo)”. “La mancanza di spazi a causa dei cumuli di neve impedisce la necessaria agibilità per le manovre operative dei normali mezzi di lavoro” ha ribadito D’Alfonso.

Abruzzo, è emergenza freddo e neve

In ginocchio anche Acquasanta Terme: “Abbiamo un metro di neve, frazioni isolate, manca la luce e la Salaria è bloccata” ha dichiarato il sindaco Sante Stangoni, raggiunto telefonicamente dalla redazione di TgCom24. “In questo momento sarebbe necessario avere dei mezzi di supporto Anas per consentire la circolazione [...] C’è il rischio che prima o poi salti l’elettricità ed è sempre più complicato aprire le strade perché le liberiamo ma poi la neve le ricopre di nuovo” ha aggiunto.

Abruzzo, a chiedere l’esercito il governatore D’Alfonso

Situazione critica anche nel Maceratese e a Fermo. Tre mezzi pesanti sono rimasti bloccati in una strada in salita a Piandelmedico, tra Jesi Ovest e Cingoli.