Il maltempo e la sua imprevedibilità (nonostante le previsioni ci seguano nel corso di tutte le giornate) hanno colpito Firenze e tutta la regione Toscana, con un violento temporale che si è abbattuto ieri pomeriggio sulla città creando grossi problemi. Una pioggia fortissima, durata due ore, che ha portato allagamenti, rischio di esondazione del Mugnone, sottopassi bloccati, bus e macchine ferme in mezzo all’acqua, corsia dell’Autostrada chiusa, strade trasformate in veri e propri fiumi. Il problema è tornato in auge in serata, quando ha ripreso a piovere e l’allerta è rimasta alta.

Unità di crisi a Palazzo Vecchio con il sindaco Matteo Renzi; quest’ultimo ha ringraziato tutti, in particolare la Protezione civile per il lavoro svolto: «Sono caduti 64 millimetri di pioggia in quattro ore e mezza: l’attenzione resta alta sul fosso Macinante e il torrente Mugnone, che saranno monitorati per tutta la notte. Restano chiusi tre sottopassi: Spadaro, Gignoro e Lorenzini». Poi, però, si scaglia contro la Regione Toscana: «È evidente che dalla Regione abbiamo avuto un’allerta sbagliata, perché nei comunicati che ci sono arrivati la criticità era definita ordinaria. Ora resta lo stato di allerta ma solo a scopo precauzionale – le sue parole – come si dice a Firenze meglio aver paura che buscarne».

Il primo allarme era arrivato dalla Provincia di Firenze alle 17. Ma già all’ora di pranzo A Rosignano Solvay (Livorno) e in provincia di Grosseto si erano abbattute due trombe d’aria. I vigili del fuoco hanno lanciato un messaggio chiaro agli abitanti: salite ai piani alti. Le segnalazioni arrivate al numero verde di Publiacqua (800314314, attivo 24 ore su 24) sono giunte un po’ da tutte le zone di Firenze: «Abbiamo aumentato al massimo il livello di attenzione e di intervento di prevenzione per prevenire gli effetti di piogge che anche mercoledì potrebbero essere violentissime e concentrate nel tempo e mettere a durissima prova sistemi fognari come quello fiorentino lungo circa 300 chilometri», dice Erasmo D’Angelis, presidente di Publiacqua.

Chiusa anche una corsia dell’autostrada A1, centrale radio dei taxi in tilt, ritardi e traffico anche sulle linee autobus dell’Ataf.

photo credit: iAM. via photopin cc