I meteorologi l’aveva previsto: venerdì 14 ottobre sarebbe stata la giornata peggiore in fatto di maltempo e così è stato. La situazione più critica, come ci si aspettava, si è fatta registrare in Liguria, dove in molte zone era stata lanciata l’allerta rossa e dove in alcuni comuni si è deciso di tenere chiusi istituti scolastici e impianti sportivi.

Particolarmente colpita anche la città di Genova: sulla zona si è infatti abbattuta una tromba d’aria: il fenomeno avrebbe attraversato la porzione di territorio che va da Voltri a Nervi e sarebbe poi giunta a Recco. Le raffiche di forte vento avrebbero raggiunto i 120 chilometri orari, provocando la caduta di alberi e a Quarto anche la caduta di un palo della luce. Alcuni sottopassaggi del capoluogo ligure si sarebbero allagati e nella zona del centro-levante sarebbe attesa una nuova perturbazione.

Oltre alla Liguria il maltempo sta interessando anche altre regioni d’Italia. Le situazioni più problematiche si stanno verificando in Toscana, dove alcuni alberi caduti sulla linea ferroviaria Viareggio-Lucca hanno creato disagi alla circolazione dei convogli. Neve in Valle d’Aosta sopra i 1800/2000 metri mentre in Sardegna si è verificata una violenta mareggiata che ha sommerso la spiaggia del Poetto (fra la città di Cagliari e Quartu Sant’Elena). Abbondanti piogge e temperature in calo anche in Lombardia.