Una slavina si è abbattuta su un hotel di Pescara, causando diversi feriti. “Sono in salvo due persone, le stesse che avevano mandato il messaggio di aiuto. Ci sono parecchi feriti ma non si sa ancora quanti sono i dispersi e i morti. Certo è che la struttura è stata presa in pieno dalla slavina, tanto che si è spostata di dieci metri” ha scritto sul suo profilo Facebook il presidente della provincia di Pescara, Antonio Di Marco.

“Siamo nella colonna mobile in cammino verso l’hotel. Sul posto ci sono finora solo i soccorritori arrivati con gli sci” ha dichiarato il sindaco di Farindola, Ilario Lacchetta. Che poi ha aggiunto: “Preghiamo e speriamo che siano tutti salvi”.

Terremoto, slavina su hotel

22 gli ospiti registrati nell’hotel colpito dalla slavina, così come riferito dalla Questura in base ai dati in loro possesso. Due le persone in salvo. Si temono diversi feriti e morti. I soccorritori, invece, hanno dichiarato: «Chiamiamo ad alta voce ma nessuno risponde».

Terremoto, 80 scosse nella notte

Intanto al Centro Italia sono state registrate – solo stanotte – almeno 80 scosse di terremoto tra cui due di magnitudo 3.5. Una situazione drammatica aggravata anche dalla bufera di neve e dal maltempo. Molte zone, intanto, continuano ad essere isolate (senza acqua né luce) ed i soccorsi diventano sempre più difficili.