Il maltempo torna a flagellare il Norditalia. Sono state tante le situazioni di emergenza che si sono registrate in tutto il settentrione: in Friuli, in provincia di Udine, un gruppo di 15 campeggiatori è stato tratto in salvo dai vigili del fuoco dopo che il loro accampamento è stato minacciato dal fiume Arzino, ingrossato a causa delle abbondanti piogge. Sempre nella stessa regione, problemi anche a Gorizia – a causa del forte vento –  e a Pordenone – dove si è abbattuta una tromba d’aria.

A Trento un uomo è invece morto schiacciato dal suo trattore, che si è ribaltato a causa del terreno bagnato e reso instabile dalle precipitazioni. Problemi anche a Venezia, a causa del fenomeno dell’acqua alta: alle 14 di ieri si è infatti registrata una massima di marea di circa 92 centimetri e in Piemonte, dove la provincia di Varese era già stata colpita molto duramente nei giorni scorsi.

L’allerta maltempo resta alta anche per la giornata di oggi e si estenderà anche alle regioni del centro. Da sabato, dopo una tregua prevista per la giornata di Ferragosto, il maltempo colpirà l’intera penisola (leggi qui le previsioni meteo per il ponte di Ferragosto).